PROF. GIORGIO GRASSO – Critico e storico dell'arte

ANDREA PRANDI: IL NAVIGATORE DEL TEMPO

Osservando i lavori dell’artista viene naturale definirlo in questo modo, poiché Andrea, oltre ad essere dotato di fervida creatività e di un’innata capacità comunicativa, presenta e rappresenta nei suoi lavori un’inconsapevole conoscenza del passato e del futuro, quasi come se i secoli che separano la storia, diventassero, sotto le sue mani sapienti, un filo sottile. La sua arte ci trasporta in luoghi onirici o antichi, ricchi di emozioni interiori, che affondano le proprie radici nelle origini del cosmo  fino alla coscienza del contingente. Andrea instaura un dialogo diretto con chi si pone innanzi alle sue opere, alla ricerca di un intimo stupore, colto nell’essenza dell’attimo fugace, in grado di rinnovare il suo senso emozionale ad ogni nuova lettura. Con la sua arte è in grado di far rivivere in noi il lato più sottile delle cose, per trarne una chiave di lettura altra ed insolita, alla ricerca dell’elevazione del se più intimo e recondito. Crede spasmodicamente nelle sue intense e sentite visioni e nella capacità di trasformazione degli stati d’animo umani, lungo un pensiero universale in grado di mutare ogni cosa. Ci conduce nell’angolo oscuro di ciò che non conosciamo per permettere alla consapevolezza umana una nuova rinascita verso un pensiero positivo universale, in cui la luce finisce per annichilire costantemente il buio. Le sue opere sono esempio di una complessa e maniacale elaborazione di molteplici tecniche, generi e stili assolutamente diversi tra loro, ma uguali per complessità e intensità di significato. La profondità concettuale dei suoi lavori è frutto della volontà di spingersi oltre il se precordio, l’esplosione di un sentire che nasce dall’anima e si sviluppa attraverso itinerari di vita e prese di coscienza. Perdersi nella sua arte significa ritrovare la strada dell’emozione sopita che vive in ognuno di noi, dandoci la possibilità di alzare gli occhi al cielo scoprendo che le stelle sono, come i sogni, a portata di mano.