10/11/2016

L’eternità nell’Arte

L’Eternità nell’Arte è la mostra che si inaugurerà il 12 novembre alle 16 nella Basilica dei Santi Quattro Coronati di Roma, dove rimarrà fino al 18 dicembre 2016. E’ autore e direttore artistico del progetto Giammarco Puntelli, critico d’arte che grazie alla sua esperienza porta nella capitale “L’Eternità nell’Arte” con protagonisti figurativi, paesaggisti, informali e delle arti plastiche, per ridare all’arte la sua funzione più arcaica. “Da tempo l’arte non assolve uno dei motivi attraverso i quali ha raggiunto notorietà e popolarità inaspettate – spiega Puntelli –. Ci riferiamo alla funzione evangelizzatrice e narrativa della figurazione e persino degli aspetti informali e astratti.
Con la voglia, la necessità, l’urgenza del recupero di una funzione di divulgazione dei valori e dei sentimenti legati alla storia del Cristianesimo e alla Parola di Dio, “l’Eternità nell’arte”, nell’ultima parte del Giubileo, ha la pretesa di aiutare il pellegrino, il credente, e anche l’ateo, a riflettere su quei valori senza tempo che possano, a buon diritto, essere considerati universali e condivisi, in un’epoca dove il relativismo e l’errata interpretazione del senso di libertà, ha portato alla confusione e alla perdita dell’identità personale”.
Seguendo questo filo logico, la Basilica dei Santi Quattro Coronati ospiterà le opere di vari maestri dal profilo nazionale ed internazionale tra cui Andrea Prandi con le opere “Panspermia” e “Big Bang”. Sabato 19 novembre alle 16 sarà inoltre presentato, all’interno della Basilica, il “Catalogo dell’Arte Moderna” editoriale Giorgio Mondadori all’interno del quale è stato inserito l’artista.

Mostra consigliata da art_post_blog_png